Articoli

Bonus ristrutturazioni 2020: requisiti, spese ammesse e come richiederlo

Bonus ristrutturazioni 2020, ecco la guida con tutte le informazioni necessarie per richiedere la detrazione IRPEF del 50% sui lavori di ristrutturazione edilizia, con l’elenco delle spese ammesse e dei requisiti.

Bonus ristrutturazioni 2020, come si richiede e quali sono le spese ammesse?

Il bonus ristrutturazioni è stato confermato anche per il 2020 dalla Legge di Bilancio, il cui testo è stato approvato lunedì 16 dicembre dal Senato, senza sostanziali modifiche rispetto a quanto previsto per il 2019.

Dunque, anche nel 2020 si potrà beneficiare della detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione edilizia, fino a un massimo di 96.000 euro.

In molti speravano che la soglia dei 96.000 euro venisse aumentata, poiché tale cifra non sempre riesce a coprire gli interventi di ristrutturazione.

La Legge di Bilancio 2020 ha rinnovato il bonus ristrutturazioni nella sua interezza e senza novità di rilievo, visto che è uno dei bonus casa di maggiore successo.

Tra le regole riguardo gli adempimenti, rimane obbligatoria la comunicazione all’ENEA per gli interventi che comportano un risparmio energetico.

La comunicazione va inviata entro 90 giorni dalla data in cui si sono conclusi i lavori.

In attesa della guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata al 2020, vediamo quali sono i requisiti necessari, le spese ammesse e come richiedere il bonus ristrutturazioni con la detrazione del 50% affidandoci alle istruzioni valide per il 2019.

Bonus ristrutturazioni 2020: cos’è e come funziona?

Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 e fino al 31 dicembre 2020 è possibile beneficiare del bonus ristrutturazioni, ovvero della detrazione fiscale del 50% ed entro il limite di 96.000 euro di spesa.

La detrazione per i lavori di ristrutturazione è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86, in cui è prevista la possibilità di detrarre in via ordinaria il 36% delle spese sostenute fino a 48.000 euro.

 

Visto l’aumento al 50% prorogato fino al 31 dicembre 2020 dalla Legge di Bilancio, è bene informarsi su come funziona il bonus per i lavori di ristrutturazione edilizia, di modo da sfruttare tutti i vantaggi previsti dalla legge.

Quali sono i lavori di ristrutturazione che possono beneficiare dello sconto fiscale nel 2020? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

In linea di principio l’agevolazione fiscale riguarda gli interventi per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato e per quantificare la spesa sostenuta faranno fede i bonifici effettuati dal richiedente agevolazione per ogni unità immobiliare.

Prima di analizzare tutte le regole nel dettaglio, si allega di seguito la guida al bonus ristrutturazioni 2019 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate